Chitarre Archtop

Chitarre

Archtop

 

“Scavare, spessorare ed ‘intonare’ le tavole armoniche e i fondi sono tecniche intuitive vecchie centinaia di anni impiegate dai costruttori di violini europei”

Robert Benedetto

 

Chitarra archtop Liuteria GuarnieriTra la fine del 1800 e l’inizio del 1900 diversi costruttori sperimentano strumenti con tavole e fondi molto bombati, scavati dal pieno come avviene nella costruzione degli strumenti ad arco.

Nate in un primo momento come strumenti con buca circolare o ovale, le chitarre archtop vengono definitivamente plasmate nella forma che oggi conosciamo da Lloyd Loar, ideatore della L5 e del mandolino F5.

Le chitarre archtop Liuteria Guarnieri si ispirano proprio al design anni ’20 degli strumenti di produzione statunitense, aggiungendovi il tocco tipico della liuteria italiana: ne risultano strumenti acusticamente molto sonori, che richiamano chiaramente i suoni tipici del roots blues di inizio ‘900.

Oltre alle classiche hollow body sono disponibili anche chitarre semi-hollow, per chi preferisce un approccio più elettrico ma non vuole rinunciare al fascino del design archtop.

 

Ponte chitarra archtop Liuteria GuarnieriGli strumenti hollow possono essere concepiti come strumenti unicamente acustici o essere amplificati attraverso un’ampia scelta di sistemi di amplificazione. Allo stesso modo gli strumenti semi-hollow possono essere amplificati con una grande varietà di pickup e cablaggi, in base al suono che si vuole ottenere.

Come ogni altro strumento Liuteria Guarnieri le chitarre archtop sono costruite con i migliori materiali scelti meticolosamente e stagionati in un ambiente ad umidità controllata.

 

Opzioni

Le caratteristiche sonore, estetiche e funzionali dello strumento possono variare a seconda delle richieste del cliente. Ogni dettaglio è importante per realizzare la TUA chitarra Liuteria Guarnieri.

Scelta dei materiali, incatenatura, forma del manico, spalla mancante, scala, soluzioni tecniche ed estetiche: ciascuno di questi elementi viene studiato col musicista sulla base delle sue caratteristiche, in modo da cucire lo strumento addosso come un vestito fatto su misura.